INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA INDIANA

PROGRAMMA

12 Dicembre
Le principali differenze di impostazione tra la filosofia occidentale e quella indiana. Classificazione dei testi letterari: i Veda e gli Upaveda, i Brahamana e gli Aranyaka, le Upanisad, i Purana e la trattatistica. I concetti cardine del pensiero vedico: dall’azione sacrificale (Karma) ai rapporti tra l’ordine cosmico (Rta) e l’ordine individuale (Dharma). Le ere del mondo, l’impianto delle caste, i quattro obiettivi della vita dell’uomo.

23 Gennaio

  • Classificazione dei sistemi filosofici ortodossi: i 6 Darshan.
  • Poorva e Uttara Mimamsa (Vedanta)
  • Nyaya e Vaishesika
  • Samkhya e Yoga

Il monismo del Vedanta e il mistero di Maya. Le indagini scientifiche  di Nyaya (la logica) e Vaishesika (la fisica atomista). Il dualismo Purusha/Prakriti del Samhya, il dualismo Shiva/Shakti dello Yoga.

13 Febbraio
Il Vedanta (corpus delle Upanisad). Il concetto di Atman. Il concetto di Avidya e di Maya. I quattro stati dell’essere e della coscienza.

12 Marzo
Il Samkhya. Purusha e Prakriti. I Guna. La teoria della manifestazione.

16 Aprile
Lo Yoga. Le otto membra di Patanjali. Yama e Nyama. Le Vritti e i Klesha.

21 Maggio
Il Tantra. Il gioco di Shiva. Shakti come Maha Maya. I tre tipi umani secondo il Tantra. L’eroe tantrico.

4 Giugno
Introduzione alla Gita.